Home Page | About EveryOne | Press Releases | Contact../../../MainPage.html../../../../Everyone_Group.htmlmailto:info@everyonegroup.com?subject=EveryOne%20Website%20Messageshapeimage_1_link_0shapeimage_1_link_1shapeimage_1_link_2

Cittadinanza Attiva
Il premio Makwan 2012 è assegnato a
WINNER


Il lassismo delle istituzioni rispetto alla risoluzione di questi problemi  ha contribuito  da un lato ad estremizzare la condizione di abbandono e di emarginazione sociale della comunità rom e, dall'altro, ha contribuito ad alimentare nei cittadini un sentimento di diffidenza e di pregiudizio. Per tutti questi motivi i difensori dei diritti umani di Cittadinanza Attiva hanno pensato di dare vita a iniziative per avvicinarsi a questa comunità mediante gli strumenti della conoscenza e della cooperazione sociale. In particolar modo, a seguito di alcune polemiche circa l'insicurezza di alcuni luoghi pubblici a causa di presunti comportamenti anomali della comunità, il comitato ha pensato di organizzare un pic-nic sociale ai giardini pubblici coi rom per mostrare che è possibile abitare pacificamente e serenamente i luoghi comuni attraverso gli elementi della condivisione sociale, dell'interazione interculturale e del rispetto civico.


Dopo questa iniziativa Cittadinanza Attiva ha deciso di elaborare un progetto, sottoposto all’attenzione del comune di Civitanova, finalizzato a garantire l’integrazione dei rom  mediante percorsi di inserimento nel tessuto socio-economico della città e mediante iniziative culturali volte alla conoscenza del retroterra storico e culturale di questo popolo, che deve poter essere immesso nella sfera del riconoscimento pubblico senza essere privato della propria identità e delle proprie tradizioni. Durante un convegno organizzato a Civitanova, Cittadinanza Attiva ha presentato, a seguito di un’indagine sul campo, la situazione in cui versa la comunità rom di Civitanova e tutte le problematiche ignorate dalla politica; problematiche che, col passare del tempo, hanno precluso loro l’accesso ai diritti fondamentali.


Attraverso una serie di azioni solidali, gli attivisti di Cittadinanza Attiva hanno convinto il sindaco di Civitanova ad attivarsi per risolvere il problema dell’emergenza invernale mediante il rinvenimento di un locale comunale che ospiti la comunità e che consenta la tutela dei diritti essenziali, finora negati. Rispetto alle problematiche cittadine gli attivisti civitanovesi si sono rivolti all’associazione internazionale EveryOne e alla rete di esperti che fa capo a tale associazione in modo tale da poter usufruire di una serie di conoscenze e competenze che permettano di affrontare in modo adeguato queste tematiche complesse, che vanno approcciate in modo lucido e senza i pregiudizi tanto radicati nell’immaginario collettivo.


In attesa delle prime risposte del sindaco di Civitanova, Cittadinanza Attiva si impegna a stimolare la giunta comunale civitanovese a partecipare ad un bando regionale previsto per i primi di gennaio, bando che consentirebbe di reperire –mediante la presentazione di un progetto- dei fondi europei relativi alla messa in atto di politiche inclusive. Inoltre gli attivisti civitanovesi sono impegnati quotidianamente  – in attesa di risposte concrete da parte delle istituzioni – per fornire assistenza alla comunità rom mediante sostegno sul campo.


Edizioni

Il Premio Makwan per i Diritti Umani è dedicato alla memoria del ventunenne gay Makwan Moloudzadeh, impiccato il 5 dicembre 2007


Il riconoscimento è assegnato ogni anno, in base alla decisone di una giuria internazionale, a persone o associazioni che si sono distinte per azioni o progetti a tutela dei diritti fondamentali degli individui, dei gruppi sociali e dei popoli.

Grattan Puxon   Attivista per i diritti dei Rom, Regno Unito

Frank Mugisha   Difensore dei diritti LGBT, Uganda

Cittadinanza Attiva      Gruppo per la difesa dei diritti umani, Civitanova Marche, Italia

Laura Louise Stirner   Attivista per i diritti dei Rom, Napoli, Italia

Jeetan e Aparna Marandi   Attivisti per i diritti dei Dalit, India